Garantiamo esperienze incredibili:Soddisfatto o rimborsato!
Scopri

Il Planetario di Caserta

Durata visita: 1h 10min


Costo a partire da  7,00€

  • Guida in inglese

    Supporti in lingua

  • Gratuito e non custodito

    Parcheggio disponibile

  • Attività per bambini

    Adatto ai bambini

  • Possibilità di entrare con il cane-guida

    Senza barriere

  • Area riservata agli animali

    Animali ammessi

Il Planetario di Caserta è una cupola meravigliosa dove intraprendere viaggi nel tempo e nello spazio, primo planetario interamente digitale del centro sud Italia.

Venne progettata per la prima volta nel 1995 da Luigi A. Smaldone , astrofisico dell'Università degli Studi Federico II , per volere dell'assessore Giuseppe Messina . Il progetto fu poi accantonato e ripreso nel 2005 grazie a URBAN III,  progetto dell'Unione Europea.

Cominciarono i lavori di ristrutturazione. Dopo 3 anni, il 19 dicembre 2008 fu finalmente inaugurato il Planetario di Caserta.

All'inizio gestito dall'Ufficio Cultura del Comune di Caserta, poi nel 2012 è passato all'Associazione Temporanea di Scopo "Planetario di Caserta"  che se ne occupa ancora oggi.

Il percorso museale del Planetario

Cinque affascinanti sale in cui potrai ammirare originali e antichi strumenti scientifici, rocce di libri e astronomia, installazioni digitali, modelli di strumenti di misura, veicoli spaziali, corpi celesti, e minerali.

Vuoi saperne di più? In un'altra sezione potrai scoprire interessanti testimonianze sull'astronomia e meteorologia nella tradizione popolare del passato come racconti, proverbi e detti.

 

Lo spettacolo del Planetario

Assistere allo spettacolo del planetario sarà come vincere la forza di gravità! Potrai vedere i tuoi occhi cosa significa viaggiare nel tempo e nello spazio, restando con seduto. Ti immergerai nelle immagini dell'universo e sarai cullato da buona musica. La voce narrante ti guiderà tra le stelle in un'esperienza a 360 gradi.

 

Programma degli spettacoli 

  • Venerdi 30 Settembre 2022, ore 21.30/22.00/22.30: " Armonia del moto del sistema solare",  40 posti disponibili (sconsigliato ai minori di 10anni);

  • Mercoledi 28 Settembre 2022, ore 21.30:"Chiari di luna, chiari di terra" (sconsigliato ai minori di 10 anni);

  • Sabato 1 Ottobre 2022, ore 18.30: "La corte dei principi pianeti"(adatto a spettatori tra 4 e 7 anni);

  • Mercoledi' 5 Ottobre 2022, ore 21.30: "La terra ed i suoi moti"(sconsigliato ai minori di 10 anni);

  • Domenica 9 Ottobre 2022, ore 18.30: "La fata della notte"(adatto ai spettatori tra i 5 e 12 anni);

  • Sabato 15 Ottobre 2022, ore 18.30: "Il re sole e la sua corte"(adatto ai spettatori tra 5 e 12 anni);

  • Mercoledi 19 Ottobre 2022, ore 21.30: "Vita da stella" (sconsigliato ai minori di 10 anni);

  • Domenica 23 Ottobre 2022, ore 18.30: "In viaggio nel sistema solare" (sconsigliato ai minori di 10 anni);

  • Sabato 29 Ottobre 2022, ore 18.30: "Pollicino tra le stelle"(adatto ai spettatori tra i 7 e 13 anni).

Le trame 

Armonia del moto del Sistema Solare 

Con due memorabili pubblicazioni del 1609 e del 1619 Kepler fornì la prima convincente interpretazione cinematografica del moto dei pianeti del Sistema Solare secondo il modello copernicano. Le leggi costituirono una svolta anche metodologica perché costruita sulle misure sperimentali realizzate dal suo maestro Ticho Brahe.

Chiari di luna, Chiari di Terra

Lo spettacolo racconta la storia delle esplorazioni, automatiche ed umane, della Luna (le missioni Apollo e Luna) e presenta i risultati scientifici più notevoli di quelle osservazioni “ravvicinate”. Ma gli esiti più spettacolari e, per certi versi più inquietanti, del rapporto Luna – Terra sono le eclissi di Luna e di Sole, quest'ultime ritenute per secoli catastrofiche e presagio di sventura e soprattutto di morte quando totali. Si potrà assistere anche alla ricostruzione dell'eclisse di Sole del 22 dicembre 968, totale per i nostri territori (Napoli, Terra di Lavoro e Sannio). E' una eclissi della quale possediamo la più antica descrizione in cronache dell'XI e del XII secolo, relativo proprio a ciò che si vide a Benevento.

La corte dei principi pianeti

Il Sole è una stella tra tante altre ed è piuttosto piccolina: ma come tante altre stelle, il nostro Sole è come un re circondato da una corte di personaggi. Il re Sole lo vedremo da lontano e da vicino. E scopriremo i doni del re Sole alla sua corte: l'energia (calore, luce). Impareremo i nomi e le caratteristiche dei principi pianeti maggiori e minori, molto diversi tra loro: per esempio principi pianeti gassosi e rocciosi. Insomma, fare una specie di gara dei pianeti: il più caldo, il più freddo, il più piccolo, il più grande, il più strano, il più veloce, il più ospitale ecc. E poi conosceremo le damigelle della corte che accompagnato i pianeti, io satellite o lune. Osserveremo la nostra e qualcuna delle altre lune

La terra ei suoi motivi

Cosa è il tempo? La domanda ha arrovellato i filosofi per secoli. Per la fisica il tempo è la grandezza che misura l'evolversi dei fenomeni e il succedersi degli eventi. Per millenni, è stata l'astronomia a misurare il tempo grazie allo studio dei moti della Terra (rotazione e rivoluzione principale). Lo spettacolo offre la possibilità di rivedere gli eventi in ogni stagione o luogo di osservazione, accelerandone opportunamente i tempi (spesso ben più lunghi dell'arco di una vita e delle civiltà umane). Insomma, è un'occasione unica per comprendere un fondo i fenomeni che quotidianamente accompagnano la nostra vita e per scoprirne altri, meno evidenti ma altrettanto cruciali per l'evoluzione della nostra civiltà.

La fata della notte

Cos'è la Luna? Di cosa è fatta? Quanto è grande? Quanto è distante da noi? Com'è nata la Luna? A queste ed a tante altre domande risponde il nostro spettacolo sulla damigella della principessa Terra, il nostro unico satellite, la regina, la fata delle nostre notti, la Luna. Lo spettacolo inizia evocando le tante immagini della Luna che, in un gioco / esperimento, è poi proposta all'osservazione per spiegarne le fasi. Dalle fasi della Luna nacquero la scansione della settimana (intervallo di tempo tra due fasi principali della Luna) e del mese (intervallo di tempo tra due fasi uguali) ed i primi calendari. Ma quanto dura il dì sulla Luna? Perché la Luna mostra a noi sempre la stessa faccia?Si ripercorrono anche le avventure spaziali dell'uomo sulla Luna (missioni Apollo, 1969-1972), l'incantesimo delle fasi della Terra ei giochi meravigliosi e magici che la damigella Luna, la principessa Terra ed il re Sole fanno tra loro , le eclissi (di Sole e di Luna).

Il re sole e la sua corte

Da sempre il Sole è stato un importante riferimento per le religioni in ogni epoca e in ogni luogo della Terra e per questo fu visto come un dio.un re brillante e caldo attorno al quale danza riverente una vasta corte di personaggi: i principi (i Le damigelle ed i paggetti (le lune o satelliti, sempre per pianeti proprio principe), gli Ambasciatori (le comete che visitano il re Sole legati con sé le "informazioni" chimiche dagli angoli più lontani e freddi della sua corte) ed il disordinato e numerosissimo popolo (gli asteroidi, piccoli ed imprevedibili nel loro moto). Una descrizione del Sistema Solare proposta con una narrazione quasi favolistica (interamente dal vivo), ai più piccoli ed ai ragazzi, precisa nei paragoni e nei dettagli, ma suggestiva come un volo della fantasia.

Vita da stella

Ogni civiltà ha cercato di organizzare risposte (religiose e scientifiche) alla domanda “cosa c'era prima e come è nato l'Universo che conosciamo?” Lo spettacolo racconta la nascita e la morte della stelle, la corrispondenza tra caratteristiche percettive delle stelle (colori e luminosità) e proprietà fisiche, i meccanismi di produzione di luce e calore, i carburanti ei prodotti ei tempi della “combustione” nelle stelle. Propone, inoltre, la classificazione delle stelle della rispetto alla massa e alla fase evolutiva (stella di “sequenza principale”, giganti blu, supergiganti e giganti rosse, nane bianche). La narrazione si chiude con la simulazione dei drammatici processi di morte delle stelle e, in particolare, le supernovae (stelle a neutroni, pulsar, buchi neri stellari).

In viaggio nel sistema solare

In viaggio come su una nave spaziale, lo spettacolo offre l'esplorazione del Sistema Solare, dei suoi otto pianeti, di molte lune, di qualche pianeta nano (come? Pianeti nani? Cosa sono?) e di due o tre asteroidi, di una cometa. Si tratta di un viaggio speciale per conoscere molto da vicino come si alternano notte e dì su Mercurio, come si vive su Venere, quanto è straordinaria la geologia di Marte, quanto è enorme Giove. Un incontro ravvicinato con Saturno ei suoi anelli, uno sguardo allo strano mondo (tutto obliquo!) di Urano e una vista in lontananza di Nettuno. E soprattutto, come e quando Sole e suo Sistema Solare sono nati e finiranno, senza troppo rimpianto dell'intero restante universo!

Pollicino tra le stelle

Cosa sono le stelle? dove e come nascere? Le stelle si muovono? E, se sì, vieni? Tutte si muovono? Ognuna per proprio conto o tutte insieme? Le stelle sono isolate l'una rispetto all'altra o sono raggruppate? E si quando si vede è dì, cioè quando il Sole è alto in cielo? E che cos'è il Sole? Si vede più stelle in città, in campagna o in montagna? E perché? Punto cruciale della narrazione è la differenza tra gruppi naturali (galassie, ammassi aperti, ammassi globulari) e gruppi immaginari di stelle (costellazioni, asterismi), inventati dagli uomini. Il piccolo spettatore scoprirà come orientarsi col Sole (grazie al suo percorso apparente). Lo spettacolo inizia evocando proprio la celebre favola di Pollicino e racconta come le stelle hanno guidati gli uomini di ogni civiltà nel trovare le direzioni di riferimento per l'orientamento (i punti cardinali), direzioni indispensabili ai viaggi, ai commerci, alle migrazioni. La narrazione (interamente dal vivo) è accompagnata da un pupazzo animato (Pollicino, appunto) che propone in rima la sintesi scientifica dei contenuti dei diversi temi dello spettacolo.

Cose importanti da sapere

Biglietti e scontistica

  • Intero 7 €
  • 5 € fino ai 18 anni, oltre i 60 anni e per ciascun componente di nuclei familiari di 3 o più membri
  • Gratuito per minori di 4 anni, persone diversamente abili e accompagnatori

Informazioni sullo spettacolo

  • La durata dello spettacolo è di circa 1 ora e 10 minuti
  • Inizia alle ore 18:30 e alle ore 21:00
  • La narrazione è dal vivo
  • Ci sono spettacoli per bambini e per adulti

Informazioni sul percorso museale

  • La visita dura circa 30 minuti
  • Il percorso è articolato in 5 sale

Facilitazioni

  • Il biglietto include lo spettacolo e il percorso museale
  • Non ci sono barriere architettoniche
  • Il planetario sarà aperto 30 minuti prima dello spettacolo

Limitazioni

  • Il percorso museale è visitabile prima dello spettacolo
  • Lo spettacolo si svolge il mercoledì e la domenica con date disponibili da calendario
  • A spettacolo iniziato non è possibile accedere al planetario e in cupola
  • In caso di impossibilità a raggiungere il planetario è necessario avvisare 30 minuti prima dello spettacolo per sfruttare la prenotazione in un'altra data
  • In caso di avviso di impossibilità a raggiungere il planetario a meno di 30 minuti dallo spettacolo c'è una penale del 50% sulla prenotazione
  • In caso di assenza di notifica entro le 24 successive allo spettacolo c'è la perdita totale dell'importo della prenotazione
  • Non è possibile effettuare pagamenti in loco

Esperienza offerta da Sistema Museale Caserta - 1 recensioni

Suggerimenti e idee di viaggio dal blog

Hai bisogno di un passaggio?Scegli la soluzione più adatta a te.

Lascia la tua email e ricevi aggiornamenti sulle nuove proposte di viaggio.