Elena sofia Ricci - vivi e lascia vivere

Vivi e lascia vivere: i luoghi della serie

Data
Pubblicato il 
20 settembre 2021
AutoreMartina Salvatore Cigliano

Scopri con noi i luoghi dove è ambientata quest'entusiasmante serie Rai. Una fiction con Elena Sofia Ricci nei panni di Laura Ruggero, la protagonista di Vivi e lascia vivere.

La storia di Laura, secondo il regista Pappi Corsicato, è ispirata allo storico e famoso personaggio di Filomena Marturano, donna sempre disposta a mettersi in gioco ma soprattutto pronta a dare una svolta alla sua vita.

Napoli: il luogo perfetto di questa serie

All'inizio del primo episodio vediamo subito la nostra protagonista Elena Sofia Ricci, di ritorno da un viaggio, che, a giudicare dalle sue espressioni, sembra aver avuto un esito alquanto drammatico. Qual è dunque il luogo in cui è ambientata tutta la serie?

Secondo Pappi Corsicato, Napoli era il posto perfetto per ambientare questa serie, non solo per le origini del regista stesso ma anche per l'obiettivo di svelare lati nascosti della misteriosa città di Napoli.

La scelta di ambientare la serie proprio a Napoli è dovuta anche al dinamismo che offre questa città, che col suo continuo cambiamento, riflette alla perfezione la protagonista, Laura.

Tuttavia Napoli non è l'unica location di questa serie. Infatti, Tenerife è un altro luogo fondamentale della fiction, essendo il rifugio del marito di Laura, Renato. Molte scene però sono state girate a Ostia, nel Lazio, per motivi tecnici e pratici.

La rivalsa: l'idea di Laura e il suo sartù

Lo scopo principale di questa nuova serie è quello di lanciare un messaggio ai telespettatori: per tutti è possibile avere una seconda possibilità ma soprattutto migliorare il proprio presente per avere un futuro migliore.

Questo è esattamente quello che cerca di fare Laura, la nostra protagonista, che ogni giorno si mette in gioco e lotta per sé e la sua famiglia di tre figli, cercando di dare loro il buon esempio, nonostante la sovente disapprovazione dei ragazzi che talvolta non comprendono appieno le sue scelte. Cosa fa di preciso la protagonista per rimettersi in gioco?

In un momento di crisi finanziaria, Laura, che lavorava precedentemente in una mensa, decide di reinventarsi, e mettere su un'attività propria, offrendo ai clienti una delle sue pietanze più gustose: il sartù di riso.

Grazie all'aiuto di parenti, amiche e conoscenze del passato, riesce a realizzare questo sogno. Quali sono quindi i luoghi dove si sviluppa la storia di Laura?

Grazie alle nuove tecnologie e dunque all'uso dei droni, ci sono delle riprese spettacolari su tutta Napoli, con l'imponente Vesuvio che abbraccia tutto il golfo ma non solo. Anche il Centro Direzionale è stato ripreso molte volte, essendo il luogo in cui Laura e le sue colleghe lavorano per vendere il famoso sartù di riso.

Altro luogo fondamentale è il Lungomare Caracciolo, così come la collina di Posillipo e Bagnoli. Infine, un luogo esplicitamente voluto dal regista, per poter rappresentare Napoli in tutte le sue mille sfaccettature, sono le note cave di tufo.

A spasso con Laura Ruggero

Lasciati trasportare dai meravigliosi paesaggi di Napoli ed esplorala anche tu come fa la nostra amata Elena Sofia Ricci, alias Laura Ruggero!

Passando dal Centro Direzionale, ahimè non troverete il famoso carretto con il sartù di Laura ma è sicuramente un punto di partenza per questa piccola passeggiata.

Il Centro Direzionale è vicino alla stazione centrale di Garibaldi, da cui, prendendo i mezzi pubblici, potrete arrivare nei posti che vi suggeriamo. Ebbene sì, anche prendere i mezzi pubblici a Napoli è un vero e proprio rito di passaggio per potersi immergere nella cultura locale ma soprattutto è possibile visitare una delle stazioni di metro più belle d'Europa, la stazione di Toledo.

Dal Centro Direzionale camminando per circa 10 minuti si raggiunge la stazione di Garibaldi, e, prendendo la linea 1, arriverai alla stazione di Toledo. Uscendo potrai percorrere la frenetica via Toledo, piena di negozi e tanti posti dove poter assaporare il gustoso street food napoletano.

Una volta finita via Toledo e giungerai a Piazza Trieste e Trento e attraversando troverai due luoghi simbolo di Napoli: il Palazzo Reale e Piazza del Plebiscito.

Scendendo infine lungo Via Cesario Console, giungerai al Lungomare Caracciolo. Cosa aspetti allora? Guarda anche tu questa fantastica serie ed immergiti anche tu nella magnifica Napoli!

I luoghi che ti abbiamo raccontato

Esperienze che ti potrebbero interessare

Lascia la tua email e ricevi aggiornamenti sulle nuove proposte di viaggio.