Frittata di pasta

La frittata di pasta, un delizioso piatto anti-spreco

Data
Pubblicato il 
02 agosto 2021
AutoreChiara Ferro

La frittata di pasta è una tipica preparazione napoletana conosciuta anche come frittata di maccheroni o frittata di spaghetti. È un piatto unico, da leccarsi i baffi e gustare rigorosamente a fette. Non sprechiamo nulla e recuperiamo il cibo con le gustose ricette della cucina degli avanzi!

Un po' di storia della frittata di pasta

È il piatto tipico delle giornate trascorse al mare o delle gite fuori porta ma anche del giorno dopo, solitamente il lunedì, dopo l'abbondante pranzo domenicale. La frittata di pasta va con i bambini a scuola, va in ufficio, va in negozio. È il piatto di riciclo per non sprecare la pasta avanzata il giorno prima.

Le nonne, le zie e le mamme custodiscono il segreto della perfetta frittata di pasta ma chi fu ad intuirla? Gli inizi non sono definiti chiaramente, non esistono fonti letterarie che ne parlino. È però certo che nasce dalla inderogabile necessità dei napoletani di portarsi dietro la pasta già cotta, ma che si conservasse "al dente", da poter consumare anche fredda e facilmente trasportabile.

Non sappiamo chi ne fu l'inventore perciò per cercare di capirne l'origine dobbiamo andare indietro nel tempo e risalire alla madre di tutte le frittate di pasta: la "pasta usata". Era la pasta che la sera, a cena, avanzava nella zuppiera. Fenomeno che si verificava tra le famiglie borghesi, poiché ad avanzare nelle case popolari la sera era spesso la fame. All'alba, dopo una lunga notte generalmente gelida, il cibo più adatto era fornito dagli avanzi della sera. Tra i vari cibi, era talmente gradita la pasta usata che spesso, a pranzo o a cena, al momento di calarla nell'acqua bollente chi la cuoceva ne aggiungeva qualche porzione in più, sapendo che non sarebbe andata sprecata.

Curiosità sulla frittata di maccheroni

La frittata di spaghetti alla napoletana è un piatto del recupero, perciò potrete arricchire l'impasto con fondini di prosciutto e salame o formaggi e mozzarella. Inoltre non è detto che dobbiate preparare il sugo di pomodoro appositamente, se ne avete un po' in avanzo, meglio ancora quello del ragù napoletano, potrete riutilizzarlo, come da tradizione!

La ricetta della frittata di pasta

In tempi di particolare povertà, in cui non ci si poteva permettere di sprecare nulla, la pasta avanzata non poteva essere buttata via, così è nata questa squisitezza! Vediamo la ricetta per circa 8 persone.

Ingredienti

  • 500 gr di spaghetti
  • 100 gr di latte intero
  • Sale fino q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • 100 gr di Parmigiano reggiano DOP
  • 8 uova
  • Pepe nero q.b.

Per il sugo di pomodoro

  • 700 gr di passata di pomodoro
  • Basilico q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • 1 cipolla bianca
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Mettete a bollire una pentola con acqua, da salare a bollore. Poi mondate e tritate la cipolla. Versatela in una casseruola in cui avete scaldato l'olio. Lasciate appassire per qualche minuto a fuoco dolce, mescolando spesso, dopodiché aggiungete la passata di pomodoro. Aggiustate di sale, coprite con il coperchio e lasciate cuocere dolcemente per una mezz'ora. A fine cottura profumate il sugo con del basilico. Intanto cuocete gli spaghetti al dente. Terminata la cottura scolateli e versateli in una ciotola, coprite con il sugo e mescolate accuratamente.

Lasciate intiepidire e nel frattempo in una ciotola rompete le uova e aggiungete il formaggio grattugiato, il latte, il sale e il pepe. Sbattete con una frusta per miscelare il tutto. Versate il composto sulla pasta e mescolate bene per amalgamare. Versate un giro d'olio in una padella di 30 cm di diametro (misurato in superficie) dal bordo abbastanza alto, scaldate leggermente e tuffate il tutto.

Distribuite uniformemente la pasta aiutandovi con una spatola, quindi chiudete con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco medio per 10 minuti. Trascorso il tempo aiutatevi con un piatto da pizza (o un coperchio liscio) per capovolgere la frittata. Fatela scivolare nuovamente in padella e proseguite la cottura dall'altro lato per altri 10 minuti senza coperchio.

Ecco pronta la vostra frittata di pasta! Buon appetito!

I luoghi che ti abbiamo raccontato

Lascia la tua email e ricevi aggiornamenti sulle nuove proposte di viaggio.