Garantiamo esperienze incredibili:Soddisfatto o rimborsato!
Scopri
Busto di San GennaroQuadro del Duomo di PozzuoliFacciata del Duomo di PozzuoliSotterranei dell'Anfiteatro Flavio di PozzuoliArena dell'Anfiteatro Flavio di PozzuoliPozzuoli

San Gennaro tra religione e storia, da Pozzuoli a Napoli

Valido tutto l'anno

Inizia alle 08:00 e Termina alle 12:00

Durata esperienza: 4h

  • Guida in inglese

    Supporti in lingua

  • A pagamento e custodito

    Parcheggio disponibile

  • Non adatto ai bambini

    Adatto ai bambini

  • Con barriere

    Senza barriere

  • Animali non ammessi

    Animali ammessi

La città di Napoli è fortemente legata al suo patrono San Gennaro, e diversi luoghi della città ne testimoniano la particolare devozione. Potresti metterti sulle tracce del Santo Patrono, e per farlo bisogna essere dei turisti pazienti e appassionati.
I primi monumenti in onore del santo partono già dalla zona flegrea. A Pozzuoli, infatti, tra le meraviglie del sito troverai la Cattedrale di San Procolo e Gennaro, dove è anche custodito il famoso quadro di Artemisia Gentileschi che raffigura la vicenda del martirio di San Gennaro: in particolare, è rappresentato il momento in cui le belve feroci a cui era stato dato in pasto il santo, anziché aggredirlo si acquietano, leccandogli i piedi.

Dopo aver ammirato il quadro ti consigliamo di dirigerti all'Anfiteatro Flavio, che per anni è stata una meta di pellegrinaggio.

All'uscita dall'Anfiteatro, inerpicandoti per via Solfatara, dopo un bel po' di strada in salita, arriverai al Santuario dedicato al santo e potrai fare una sosta sul belvedere poco lontano che ti regalerà una splendida vista sul Golfo. Il santuario sorge proprio nel luogo in cui il vescovo Gennaro e sei compagni furono decapitati per il martirio.

Dopo aver recuperato le forze potrai dirigerti nel punto esatto dell'accaduto, la Solfatara.

Allungandoci verso Napoli, invece, il Duomo merita una lunga e attenta visita; la Cattedrale di Santa Maria Assunta, oltre ad essere una struttura religiosa simbolica per la città, è il luogo in cui tre volte all'anno si assiste allo scioglimento del sangue del santo, tradizione religiosa ormai radicata nella memoria culturale del popolo napoletano. Il 19 settembre ogni anno viene ricordato il martirio del santo con una celebrazione a cui dovrebbe seguire la liquefazione del sangue, anche conosciuta come "Miracolo di San Gennaro".

Attigua al Duomo, c'è l'iconica Cappella del Tesoro di San Gennaro, che insieme al Museo, conserva una collezione unica al mondo di capolavori dell'arte orafa, oltre che storici e architettonici. Non perderti la visita al Tesoro!

Una volta usciti dal Duomo ti consigliamo di proseguire lungo la discesa della strada fino all'ingresso del quartiere di Forcella, dove troverai un meraviglioso murales dedicato al santo, realizzato dall'artista Jorit Agoch.

Ma non è finita qui!

Napoli non è solo ciò che vedete davanti ai vostri occhi, ma c'è ancora tanto da scoprire nel sottosuolo: i sotterranei della città sono ricchi di testimonianze della Neapolis Greca, tra cui le Catacombe, antiche aree cimiteriali. Alcune di queste sono state dedicate al santo, trattandosi di una testimonianza del più importante monumento del Cristianesimo a Napoli.

Tappe dell'itinerario

Giorno 1
Giorno 2

Punti d'incontro

Ecco dove ci incontriamo per dare inizio a San Gennaro tra religione e storia, da Pozzuoli a Napoli

Via San Gennaro Agnano, Pozzuoli, NA, Italia

Il punto più comodo per iniziare il percorso della prima giornata, parcheggiando la macchina in tranquillità.

Via Duomo, Napoli, NA, Italia

Il punto più comodo per iniziare il percorso della seconda giornata.

Hai bisogno di un passaggio? Scegli la soluzione più adatta a te.

Lascia la tua email per ricevere aggiornamenti sul progetto.