Garantiamo esperienze incredibili:Soddisfatto o rimborsato!
Scopri

La suggestiva baia di Sorgeto

Via Sorgeto 35, 80175, Forio

Durata visita: 2h  - Accesso gratuito
  • Nessun supporto in lingua straniera

    Supporti in lingua

  • A pagamento e non custodito

    Parcheggio disponibile

  • Non adatto ai bambini

    Adatto ai bambini

  • Con barriere

    Senza barriere

  • Animali non ammessi

    Animali ammessi

Sull’isola di Ischia, precisamente a Panza un comune che sorge nella frazione di Forio, è custodito un luogo a dir poco singolare. Tra le alte pareti rocciose che si tuffano a strapiombo nel mare, è nascosta la suggestiva Baia di Sorgeto.

Raggiungere la cala non è molto comodo, perciò trascorrere la giornata in questo luogo meraviglioso, significa unire l’avventura allo stupore, la fatica al relax che solo una Spa può offrirti. La baia si presenta infatti come un insieme di piscine termali a cielo aperto, accessibile tutto l’anno e totalmente gratuite.

Le fantastiche acque termali di Sorgeto

La Baia di Sorgeto è un vero e proprio parco termale a cielo aperto. Nella parte sinistra della caletta dove si alternano rocce e scogli di dimensioni variabili, si inseriscono gli sbocchi di una sorgente di acqua termale ad altissima temperatura. Questa, incontrando le fredde onde del mare si mescola a loro, fino a raggiungere i 37°C. Nel corso del tempo, le rocce sono state spostate per creare delle polle più o meno circolari che conferiscono al posto il suo aspetto peculiare, facendolo assomigliare ad un centro benessere naturale.

Tra coloro che stazionano nelle piccole piscine per godere degli effetti benefici della balneoterapia con annessi i vapori termali, non è difficile vedere chi si dedica ad un trattamento di bellezza completo, spalmandosi anche fanghi e materiale argilloso sulla pelle. Alcuni sfregano le rocce l’una contro l’altra per ricavarne un sedimento minerale mentre altri intingono la mano in vasetti confezionati.

Ognuna delle molteplici piscine presenta un calore specifico così che i turisti e i frequentatori del luogo, si scelgono la propria in base alla temperatura che preferiscono: quelle più vicine alla sorgente di acqua termale presentano temperature calde, mentre quelle più lontane, disposte verso il largo, presentano temperature più miti o quasi identiche a quelle del mare. Grazie alla natura termale della calda acqua di Sorgeto, è possibile immergersi tra le polle della baia durante tutte le stagioni, anche in inverno.

La spiaggia è tutta completamente rocciosa e sul lato destro vi è abbastanza spazio per poter prendere il sole e rilassarsi. In zona è presente anche un punto ristoro dove rifornirsi di bevande fresche oppure organizzare aperitivi e cene.

La baia di Sorgeto non è una semplice spiaggia dove trascorrere una giornata di mare ma un posto magico da vedere soprattutto verso sera, quando i colori del tramonto lo dipingono di una luce suggestiva.

Almeno una volta nella vita bisognerebbe provare a fare un bagno di mezzanotte per beneficiare appieno di tutta la magia dell’acqua termale della baia dove sullo sfondo si staglia una romantica luna di una piacevole sera d’estate.

Un’escursione per accedere alla bella Baia di Sorgeto

La Baia di Sorgeto è una bellissima insenatura naturale, meta di molti turisti che visitano Ischia ma tanto amata anche da napoletani e isolani. Unica difficoltà è raggiungere il posto.

Per i più avventurosi, la baia può essere raggiunta a piedi dallo Spiazzale di Punta Chiarito con una passeggiata di un paio di chilometri che conta circa 250 gradini.

Una volta terminata la giornata di mare, risalire diventa una vera e propria escursione. La pendenza si aggira infatti intorno al 50% e per questo la salita non si lascia percorrere con troppa comodità. Si consiglia quindi di risalire nelle ore più fresche della giornata.

Data la natura rocciosa della caletta, potrebbe essere utile recarsi nella caletta muniti di un bel paio di scarpette da mare.

Per i più pigri, invece, nei mesi estivi viene messa a disposizione una taxi boat per raggiungere Sorgeto via mare. Il servizio non è costoso e collega il vicino borgo di Sant’Angelo alla bella baia.

Cenni storici e curiosità sulla Baia di Sorgeto

Delle proprietà delle calde acque termali di Sorgeto, ne erano già a conoscenza nel 1588 quando un medico calabrese, un certo Iasolino, attribuiva all’acqua della baia chiamata fin dai tempi antichi Soliceto, effetti benefici per contrastare l’asma.

Dai locali, invece, il luogo è sempre stato denominato “Surecete”, termine che deriva probabilmente dal francese surce ossia sorgente.

Fu negli anni ‘60 che la baia acquisisce definitivamente il nome attuale di Sorgeto.

Curioso fu il ritrovamento di un importante sito archeologico di origine greca nei pressi di Punta Chiarito, scoperto casualmente a seguito di un acquazzone del 1989. L’incessante pioggia causò uno smottamento del terreno che riportò alla luce un muro di tufo verde, materiale molto diffuso sull’isola. I lavori degli scavi vennero effettuati per due anni dal 1993 e portarono in superficie una tipica casa greca dove ben si distinguevano l’ingresso, la dispensa e un focolare. Anfore, chiote, pithoi ed altri ritrovamenti come una vasca di tufo e corna di cervo testimoniano che la casa doveva essere una probabile fattoria di campagna appartenuta ai primi coloni greci che sbarcarono dall’Eritrea e da Chalkis nell'VIII secolo a. C.

Simpatico aneddoto appartenente alla tradizione degli isolani è quello di cuocere letteralmente uova sode o frutti di mare presso la bollente pozza d’acqua che sbocca dalla sorgente della Baia di Sorgeto.

Suggerimenti e idee di viaggio dal blog

Hai bisogno di un passaggio?Scegli la soluzione più adatta a te.

Lascia la tua email e ricevi aggiornamenti sulle nuove proposte di viaggio.