Garantiamo esperienze incredibili:Soddisfatto o rimborsato!
Scopri

Serrara Fontana, borgo dell'Isola d'Ischia

Serrara Fontana, 80070, Ischia

Durata visita: 8h  - Accesso gratuito
  • Nessun supporto in lingua straniera

    Supporti in lingua

  • Parcheggio non disponibile

    Parcheggio disponibile

  • Non adatto ai bambini

    Adatto ai bambini

  • Con barriere

    Senza barriere

  • Animali non ammessi

    Animali ammessi

Serrara Fontana è un piccolo comune litoraneo dell'isola d'Ischia, l'unico comune dell'isola che dal mare si collega con il borgo di Sant'Angelo, fino alla vetta più alta dell'isola dove troviamo la Falanga, uno splendido bosco incantato costituito da un castagneto a circa 600 metri sul livello del mare. Serrara Fontana confina con il comune di Casamicciola, Forio, e Barano d'Ischia.

Località dall'economia quasi unicamente agricola, è composto da due paesini, Serrara, il capoluogo e Fontana, arrampicati sulle falde e lungo le pendici del Monte Epomeo a circa 400 metri sul livello del mare.

I nomi dei luoghi indicano la presenza dell'uomo fin dalla preistoria, avvalorata anche dai reperti archeologici, risalenti all'età del ferro fino al periodo della Magna Grecia, a quello ellenistico per poi giungere al Medioevo.

Proprio dal Medioevo risale il nome Fontana, dovuto alla presenza di una copiosa fonte d'acqua potabile. Il nome Serrara è invece più recente e sta ad indicare montuoso.

Perché visitare Serrara Fontana

Serrara Fontana è l'ideale per trascorrere momenti di puro relax in uno dei borghi più belli del Mediterraneo. Caratteristico è il porticciolo di Sant'Angelo con tante casette colorate addossate le une alle altre sul costone di tufo del monte, che affacciano sul meraviglioso panorama del mare cristallino di Ischia.

Qui è possibile gustare le delizie locali comodamente seduti all'aria aperta lontani dal caos cittadino perché Sant'Angelo è un'isola pedonale.

A Serrara Fontana è possibile fare lunghe e rilassanti passeggiate, bagni termali, visitare luoghi e itinerari turistici meravigliosi.

L'Eremo di San Nicola

Gli amanti delle escursioni a contatto con la natura possono visitare l'Eremo di San Nicola, importante chiesa rupestre dell'isola d'Ischia situata sulla vetta del Monte Epomeo, raggiungibile solo a piedi attraverso un sentiero in montagna dove ammirare i paesaggi mozzafiato dell'isola, da Sant'Angelo a Punta Imperatore, fino ai Maronti e sullo sfondo con un po' di fortuna nelle giornate più limpide Capri e la Penisola Sorrentina.

Storia dell'Eremo di San Nicola

La storia della chiesa affonda le origini in un antico passato, secondo quanto è documentato l'Eremo esisteva già nel 1459 e ha rappresentato per secoli il rifugio per le invasioni saracene, mentre le cellette del convento furono costruite nel 1587.

La nobildonna Beatrice Quadra volle farne un ritiro per monache, le quali però non potettero resistere al clima rigido e abbandonarono l'eremo. All'interno della chiesa possiamo ammirare la cappella delle reliquie che risale alla metà del Settecento e dove ci sono cento nicchie contenenti vasetti con antichi resti umani di santi e beati.

Si può ammirare anche una statua di San Giuseppe in terracotta ed un Cristo Morente, ad opera di uno scultore campano datata nel 1500. 

Le terme di Cavascura

Cavascura è un bacino termale scavato nella roccia, ricavato in un vallone a pochi metri dalla spiaggia dei Maronti, considerata la più famosa di Ischia.

È una sala termale divisa tra la solarità delle ginestre, folti cespugli, alberi di castagno, foglie e il buio delle grotte. Le acque di Cavascura sono particolarmente curative.

La spiaggia di Cava Grado

Anche la spiaggia di Cava Grado è un luogo da non perdere. Un angolo dal mare verde smeraldo. La spiaggia è piccola ma regala un panorama bellissimo, con un colpo d'occhio sulla cosiddetta Torre, un isolotto tufaceo collegato da un piccolo istmo di terra alla piazzetta di Sant’Angelo.

Il Belvedere di Serrara

Per chi vuole vedere un bel tramonto, il posto più panoramico è il Belvedere di Serrara, che offre una magnifica veduta sul versante meridionale dell'isola e principalmente sul borgo di Sant'Angelo.

La piazzetta di Fontana

Famosa quanto il belvedere, anche qui è possibile osservare un panorama che non si dimentica tanto facilmente con il Golfo di Napoli, l'isola di Vivara e Procida.

Il sentiero della Pietra dell'Acqua

A Serrara Fontana è possibile percorrere il sentiero della Pietra dell'Acqua, così chiamato per un grosso blocco tufaceo che anticamente i contadini di Serrara Fontana scavarono all'interno per ricavarne una cisterna per la raccolta dell'acqua piovana che i contadini utilizzavano per irrigare i campi coltivati nei dintorni. Questa immensa roccia ci fa comprendere come l'uomo per sopravvivere si ingegni e sfrutti al meglio la propria terra per procurarsi gli alimenti necessari.

Proseguendo lungo il sentiero si arriva fino alla cima del Monte Epomeo dove si possono ammirare i comuni di Forio, Lacco Ameno e Casamicciola.

Curiosità su Serrara Fontana

Tante sono le tradizioni di questo luogo, come il vino di casa, l'orto domestico e la gastronomia di terra dei ristoranti della zona. I cittadini di questo luogo hanno una grande passione per i cavalli, retaggio dell'antico mestiere del ciucciaio, una figura centrale della precedente economia agricola dell'isola d'Ischia, che trasportava l'uva per la vendemmia e caricava i barili di vino sui bastimenti in partenza per la terraferma.

A Serrara Fontana ci si perde nella natura, ci si dimentica del caos dei rumori delle auto, è la meta ideale per chi vuole combattere lo stress della quotidianità di città e tuffarsi in scenari meravigliosi e paesaggi mozzafiato.

Suggerimenti e idee di viaggio dal blog

Hai bisogno di un passaggio?Scegli la soluzione più adatta a te.

Lascia la tua email e ricevi aggiornamenti sulle nuove proposte di viaggio.