La Galleria Borbonica e i suoi percorsi sotterranei, vanto dell’ingegneria napoletana

Parcheggio Morelli, Via Domenico Morelli 61, 80121, Napoli

Ora chiuso
0
(0 recensioni)
Prenota ora
Durata

1h

Le lingue

___

Partecipanti

Illimitato

Tipo

Sito Sotterraneo

attribute img

Adatto ai bambini

attribute img

Senza barriere

attribute img

Supporti in lingua

attribute img

Parcheggio disponibile

attribute img

Animali ammessi

attribute img

Adatto alle coppie

Informazioni su questa attività

La Galleria Borbonica è uno dei siti sotterranei più conosciuti di Napoli, in origine costruito per volere di Ferdinando II di Borbone nel 1853 con l’intento di progettare un cunicolo sotterraneo che collegasse il Palazzo Reale a Piazza Vittoria, assumendo al contempo uno scopo militare ed evasivo.

I percorsi sotterranei

La visita alla Galleria prevede tour e percorsi differenti.

Il percorso standard

Le vie di accesso al percorso classico sono due: il parcheggio Morelli o il Vico del Grottone nei pressi di Piazza del Plebiscito. Si tratta di un viaggio nel passato alla scoperta delle soluzioni ingegneristiche adottate in epoca borbonica e le problematiche di natura geologica riscontrate durante i lavori. Passerai tra ponti e muri realizzati dai Borbone per attraversare le cisterne, rifugi bellici della Seconda Guerra Mondiale, incontrando frammenti di statue, auto e moto d’epoca.

Il tour classico viene effettato venerdì, sabato e domenica e festivi alle 10:00, 12:00 15:00 e 17:00. Il costo è 11 euro per gli adulti, 7 euro dagli 11 ai 13 anni e gratuito fino ai 10 anni. Il percorso è accessibile anche alle persone con disabilità motoria per il 60% del percorso entrando dall’accesso di Via D. Morelli 61 (ingresso pedonale del Parcheggio Morelli). Il percorso dura circa 1 ora.

Via delle Memorie

A questo percorso si può accedere dall’Interno A14 del Palazzo Serra di Cassano in Via Monte di Dio. Ripercorrerai gli ultimi cinquecento anni di storia, partendo dal cortile per poi visitare quella che un tempo fu la falegnameria del Palazzo e le altre sale adibite a museo della guerra, ma non finisce qui! Al di sotto della struttura si nasconde un altro mondo, fatto di cave di tufo, un acquedotto e una cisterna.

Il tour classico viene effettato venerdì, sabato e domenica e festivi alle 11:00 e alle 16:00. Il costo è 11 euro per gli adulti, 7 euro dagli 11 ai 13 anni e gratuito fino ai 10 anni. Il percorso non è accessibile a tutti per la presenza di scale. Il percorso dura 1 ora e 15 minuti.

Il percorso avventura

Il percorso avventura, come indica il nome stesso, è per i più temerari e curiosi: indosserai un elmetto arancione e avrai con te una torcia, utili ad attraversare una serie di cunicoli, come quello di Pizzofalcone, che ti condurrà direttamente alla famosa sala delle auto, con macchine e moto d’epoca riportate alla luce dalle macerie.

Visiterai una cisterna realizzata alla fine del 1400 e raggiungerai il fondo di una seconda, dove affiora la falda acquifera; sarai stupito dagli archi settecenteschi che attraverserai lungo il cammino, ma ancor di più dall’esperienza in zattera, su cui salirai per navigare lungo le acque della galleria dell’antica Linea Tranviaria Rapida, i cui lavori non furono mai completati. Fai attenzione alle pareti, anche quelle hanno un’anima: su di esse, infatti, noterai delle scritte, i nomi e i pensieri dei napoletani che da Piazza Carolina trovavano nelle viscere della città un rifugio dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Il tour classico viene effettato venerdì, sabato e domenica e festivi alle 10:00, 12:00 15:00 e 17:00. È sconsigliato a chi soffre di claustrofobia e a chi ha problemi motori. I bambini possono accedere dai 10 anni compiuti, accompagnati da un adulto. I ragazzi di età compresa tra i 10 ed i 15 anni dovranno esibire un documento d’identità o il codice fiscale. Il costo è 15 euro per gli adulti e 10 euro dai 10 fino ai 15 anni. Il percorso dura 1 ora e 25 minuti.

Percorso Speleo Light

Un po’ come il percorso avventura, anche questa esperienza sarà un affascinante viaggio nella storia.

Come un vero speleologo sarai dotato di elmetto speleologico con luce frontale, pronto per esplorare i cunicoli dell’antico acquedotto sotterraneo alla scoperta dei simboli misteriosi incisi sulle pareti di antiche cisterne in parte ancora riempite d’acqua.

Protagonista di questo percorso è l’acquedotto della Bolla, su cui i pozzari erano soliti realizzare delle incisioni anche di carattere religioso. C’è la possibilità di visitare, inoltre, nuovi ambienti frutto delle attività di scavo di volontari, che hanno riportato alla luce delle scoperte fino ad ora nascoste nel sottosuolo.

Il percorso è disponibile il venerdì, sabato, domenica e festivi alle 11:00 e alle 16:00. Dal 19 aprile al 5 maggio tutti i giorni agli stessi orari. Non è accessibile a chi soffre di claustrofobia, supera un peso di 100 kg e a chi ha problemi motori anche di lieve entità. Possono partecipare solo gli over 18 ad un costo di 15 euro. Il percorso dura circa 1 ora e 30 minuti.

Cenni storici sulla galleria

Questa grandissima opera fu progettata dall’architetto Errico Alvino. Lo scavo prevedeva la divisione in due gallerie che corrispondessero ai due sensi di marcia, separate l’una dall’altra da un parapetto per i lampioni e dei marciapiedi laterali.

La galleria diretta a Chiaia sarebbe stata chiamata “Galleria Reale” o “Strada Regia”, mentre la galleria opposta “Strada Regina”; entrambe sarebbero partite dalla vecchia caserma di cavalleria presso l’ex Via Pace, ma una avrebbe raggiunto il Largo Carolina dietro il colonnato di Piazza del Plebiscito, mentre l’altra Via Santa Lucia.

I lavori iniziarono nell’aprile del 1853: si attaccò la montagna nell’odierna via Domenico Morelli dallo slargo che coincideva con un precedente piazzale di cava dove si trova l’attuale accesso alla galleria. Da esso partivano due gallerie, una carrabile e l’altra pedonale, che procedevano parallele per 84 metri, per poi fermarsi all’interno delle Cave Carafa, già esistenti a partire dal Cinquecento.

Nonostante la galleria fosse stata costruita letteralmente a mano, con picconi, martelli, cunei, e solo torce e candele come fonte d’illuminazione, i lavori si conclusero dopo soli 3 anni, nel maggio del 1855. Il 25 dello stesso mese ci fu l’inaugurazione della Galleria Borbonica in occasione della visita di Ferdinando II di Borbone in città.

I sotterranei furono una salvezza durante la Seconda Guerra Mondiale. Trail 1939 e il 1945, infatti, dai 5000 ai 10.000 cittadini trovarono rifugio nella galleria, che venne resa maggiormente accessibile grazie a nuove aperture e una scala a chiocciola. Fino al 1970 la galleria venne utilizzata come deposito giudiziale del comune, per questo ancora oggi troviamo dei resti al tempo rinvenuti sotto le macerie causate dai bombardamenti; nonostante ciò, gli antichi cunicoli rivelano testimonianze appartenenti anche ad altre epoche, ad esempio il monumento funebre del capitano Aurelio Padovani, risalente alla Prima Guerra Mondiale.

I lavori del 2007 hanno rivelato altri passaggi murati e cavità utilizzate come ricovero e, ancor prima, dai pozzari nel Seicento. Secondo la tradizione popolare, i pozzari erano conosciuti per le loro abilità di calarsi nei cunicoli più stretti per la loro piccola statura: per questo motivo erano incaricati di alimentare l’acqua dei pozzi per uso abitativo, accedendo alle case dei cittadini senza alcun preavviso; la loro figura, infatti, veniva spesso associata a quella enigmatica del munaciello.

Cose importanti da sapere

Informazioni sui percorsi

  • Per il percorso standard gli ingressi sono Via D. Morelli 61 (ingresso pedonale del Parcheggio Morelli) o Vico del Grottone 4 a circa 100 metri da Piazza Plebiscito
  • Per il percorso Via delle Memorie l'ingresso è Via Monte di Dio 14 - Palazzo Serra di Cassano c/o Interno A14
  • Il percorso avventura è accessibile solo da Via Morelli 61 (ingresso pedonale del Parcheggio Morelli)
  • Il percorso Speleo Light è accessibile solo da Via Morelli 61 (ingresso pedonale del Parcheggio Morelli)
  • Il percorso standard e avventura sono disponibili il venerdì, sabato e domenica e festivi alle 10:00, 12:00 15:00 e 17:00
  • Il percorso Via delle Memorie e Speleo Light sono disponibili il venerdì, sabato, domenica e festivi alle 11:00 e alle 16:00. Solo speleo light dal 19 aprile al 5 maggio è disponibile tutti i giorni agli stessi orari

Biglietti e scontistica

  • Il costo del percorso standard è 11 euro per gli adulti e 7 dagli 11 ai 13 anni. Gratuito fino ai 10 anni
  • Il costo del percorso avventura è 15 euro per gli adulti e 10 euro dai 10 ai 15 anni
  • Il costo del percorso Via delle Memorie è 11 euro per gli adulti e 7 dagli 11 ai 13 anni. Gratuito fino ai 10 anni
  • Il costo del percorso Speleo Light è 15 euro a persona

Facilitazioni

  • Puoi scegliere di visitare la Galleria Borbonica con un tour privatoper il percorso Standard, Via delle Memorie e Avventura con guida in esclusiva, scegliendo giorno ed orario. Il tour privato è possibile dalle ore 9.00 alle 18:00 di ogni giorno
  • Il percorso standard è accessibile anche alle persone con disabilità motoria per il 60% del percorso entrando dall'accesso di Via D. Morelli 61 (ingresso pedonale del Parcheggio Morelli)
  • Tutti i percorsi tranne Speleo Light sono accessibili ai bambini
  • Ci sono parcheggi privati nelle vicinanze di Vico del Grottone e Via Domenico Morelli
  • È possibile organizzare visite scolastiche

Limitazioni

  • Il percorso avventura è sconsigliato a chi soffre di claustrofobia e a chi ha problemi motori. Non è accessibile sotto i 10 anni di età
  • Il percorso speleo light non è accessibile a chi soffre di claustrofobia, supera un peso di 100 kg e a chi ha problemi motori anche di lieve entità
  • Il percorso Via delle Memorie non è accessibile a tutti per la presenza di scale
  • Per il percorso avventura i ragazzi di età compresa tra i 10 ed i 15 anni dovranno esibire un documento d'identità o il codice fiscale
  • È vietato fumare durante i percorsi

Consigli per la visita

Come arrivare a

  • Per raggiungere il punto di interesse, segui le indicazioni oppure lasciati aiutare dal tasto 'Ottieni indicazioni.'
  • Raggiungi Via Domenico Morelli con i mezzi pubblici
  • Dalla stazione centrale prendere il bus 151 - Attestamento - Giulio Cesare - Tecchio. Puoi scendere anche a Piazza Vittoria, raggiungi a piedi Via Domenico Morelli fino all'ingresso del Parcheggio Morelli, all'interno del quale c'è l'accesso alla Galleria Borbonica.
  • Raggiungi Vico del Grottone con i mezzi pubblici
  • Dalla stazione centrale prendi la Linea 1 direzione Piscinola e scendi a Municipio.  Dirigersi verso piazza Trieste e Trento, per poi arrivare a Piazza Plebiscito; guardando la piazza, avendo alle spalle Palazzo Reale, risalire Via Gennaro Serra che parte dal settore destro della Piazza stessa. Dopo circa 80 metri, si raggiunge Vicolo del Grottone che è la seconda strada a sinistra su Via Gennaro Serra; alla fine del vicolo, che è chiuso e lungo circa 30 metri, c'è l'ingresso della Galleria Borbonica.n

Posizione dell'attività

Parcheggio Morelli, Via Domenico Morelli 61, 80121, Napoli
Da: €11.00
Totale
€0.00

Come posso pagare? Il mio pagamento è sicuro?

Puoi pagare utilizzando la carta di credito, bonifico bancario o presso i nostri uffici (previo appuntamento) in Via Solfatara 31, Pozzuoli (Napoli). Il nostro sistema di pagamento cripta i tuoi dati per proteggerti da frodi e transazioni non autorizzate. Per processare le transazioni della tua carta di credito, Movery utilizza sistemi di pagamento sicuri e riconosciuti a livello internazionale. Per garantire la tua sicurezza, non inviare pagamenti diretti ad alcun fornitore di attività al di fuori del nostro sito. Il pagamento sarà processato al momento della prenotazione. Tuttavia, alcune attività richiedono una conferma da parte del fornitore dell'attività. Se la tua prenotazione non è stata confermata prima del tuo viaggio o prima dell’orario di inizio dell’attività, puoi contattarci per richiedere un rimborso attraverso lo stesso metodo di pagamento da te utilizzato durante la prenotazione.