Garantiamo esperienze incredibili:Soddisfatto o rimborsato!
Scopri

Palazzo Sanfelice nel Rione Sanità

Via Sanità 6, 80137, Napoli

Durata visita: 20min  - Accesso gratuito
  • Nessun supporto in lingua straniera

    Supporti in lingua

  • Parcheggio non disponibile

    Parcheggio disponibile

  • Non adatto ai bambini

    Adatto ai bambini

  • Con barriere

    Senza barriere

  • Animali non ammessi

    Animali ammessi

Palazzo Sanfelice, è un antico Palazzo di Napoli, situato nel Rione Sanità, abitato dalla famiglia del suo stesso progettista Ferdinando Sanfelice. Luogo simbolico per la città di Napoli, quasi tutti, napoletani e non, hanno osservato queste inusuali arcate che caratterizzano il palazzo.

Proprio a causa della struttura del palazzo, l'architetto di Palazzo Sanfelice è stato soprannominato Ferdinando levat' a' sott, togliti da sotto, perché le arcate sembravano instabili agli occhi dei napoletani del '700. Così si diffuse la credenza le sue opere poteressero crollare da un momento all'altro, ma nonostante tutto, nel corso dei secoli nulla è accaduto a queste "instabili" strutture.

Storia di Palazzo Sanfelice

Ferdinando Sanfelice fu un grande innovatore dell'architettura civile. Curò anche la costruzione del Palazzo dello Spagnolo sempre nel quartiere della Sanità.

Nel 1724 l'architetto decise di lasciare il frenetico centro di Napoli per dirigersi verso il salubre quartiere Sanità, non a caso battezzato con questo nome. L'architetto rimise a nuovo un antico palazzo acquistato dalla famiglia, ampliando e impreziosendo la struttura originaria. I lavori terminarono nel 1728.

Due targhe ricordano l'opera di Sanfelice, una sul portale del palazzo antico che dice

«Ferdinandus Sanfelicius patritius neapolitanus aedes nibliori opere restituit dilatavit ornavit»

cioè "Ferdinando Sanfelice patrizio napoletano restaurò la casa, con opere più nobili, ampliandola e ornadola." e una sul lato costruito in seguito che dice

«Ferdinandus Sanfelicius patr.neap. ob eximiam loci salubritatem hasce aedes ab solo excitavit item operis curator inventor et dominus. Anno domini MDCCXVIII».

cioè "Ferdinando Sanfelice patrizio napoletano, per la straordinaria salubrità del luogo, costruì questa casa dalle fondamenta. Fu lui il progettista, curatore e proprietario dell’opera. Anno del Salvatore 1728".

Perché visitare Palazzo Sanfelice

Palazzo Sanfelice, con le forme dei cortili e delle scale, non più laterali ma poste di fronte all'ingresso del palazzo, e con le sue ampie rampe che permettono di dare uno sguardo ai giardini retrostanti l'edificio, crea uno straordinario effetto scenografico, senza dimenticare il portale ornato con soluzioni decorative delle sirene cariatidi.

Nel '700 all'interno del palazzo erano presenti numerosi affreschi di Francesco Solimena e opere scultoree di Giuseppe Sammartino, di cui purtroppo oggi non è rimasto nulla.

L'architetto durante la costruzione fece anche un omaggio alla moglie, nata a Lavagna in Liguria: ricoprì gli scalini dell'ingresso con la pietra di lavagna, più comunemente chiamata ardesia.

Curiosità su Palazzo Sanfelice

Il palazzo, con la sua particolare architettura, ha spesso fatto da sfondo a film e serie tv, come nel riadattamento cinematografico di Questi Fantasmi, di Eduardo de Filippo, a Le quattro giornate di Napoli di Nanni Loy, fino ad arrivare allo sceneggiato di Rai Uno, Pupetta – Il coraggio e la passione, con Manuela Arcuri. Più recentemente compare in alcune scene di Gomorra e nel film Il sindaco del Rione Sanità di Mario Martone, ma non è finita qui, qui a Palazzo Sanfelice è stata girata anche la serie Mina Settembre, con Serena Rossi.

Suggerimenti e idee di viaggio dal blog

Hai bisogno di un passaggio?Scegli la soluzione più adatta a te.

Lascia la tua email e ricevi aggiornamenti sulle nuove proposte di viaggio.