Garantiamo esperienze incredibili:Soddisfatto o rimborsato!
Scopri

L’Antro della Sibilla Cumana

Strada Provinciale Cuma Licola 3, 80078, Pozzuoli

Durata visita: 1h - Non acquistabile, prezzo indicativo 4,00€
  • Nessun supporto in lingua straniera

    Supporti in lingua

  • Parcheggio non disponibile

    Parcheggio disponibile

  • Non adatto ai bambini

    Adatto ai bambini

  • Con barriere

    Senza barriere

  • Animali non ammessi

    Animali ammessi

L'Antro della Sibilla Cumana, è uno dei luoghi più visitati del Parco Archeologico di Cuma, antica colonia greca. Il sito fa parte del circuito archeologico dei Campi Flegrei.

L'antro è un tunnel di pietra, si narra che uno degli oracoli più famosi al mondo, la Sibilla, elargiva in questo luogo le sue misteriose profezie.

Secondo il parere di alcuni archeologi, potrebbe però trattarsi di una semplice opera difensiva, poiché non ci sono prove certe che questo tunnel sia realmente il luogo dove la Sibilla effettuava le divinazioni.

Nonostante ciò, è senza dubbio uno dei luoghi più misteriosi, magici e carichi di fascino d’Italia, perché la leggenda vi attribuisce un valore assolutamente speciale e perché ancora oggi non si sa di preciso chi l'abbia costruito, quando e perché.

Perché visitare l'Antro della Sibilla Cumana

L'Antro della Sibilla si trova subito dopo il viale d’ingresso degli Scavi Archeologici di Cuma, accessibile da un piccolo piazzale sulla sinistra.

La galleria tufacea fu scoperta nel 1932 da Amedeo Maiuri, noto archeologo italiano, ed è alta 5 metri e lunga oltre 130.

Lungo il percorso si aprono su entrambi i lati altri vicoli che servivano per l'illuminazione e l'aerazione, usati poi come cisterne in epoca romana e come luogo di sepoltura da parte dei cristiani. Percorrere il tunnel è un'esperienza davvero suggestiva.

La leggenda della Sibilla

La Sibilla Cumana fu una delle più importanti Sibille del mondo antico, sacerdotesse, solitamente devote ad Apollo, che avevano il dono della veggenza.

Secondo la leggenda la sacerdotessa di Cuma riceveva i desiderosi di avere i suoi responsi in questa caverna, oggi nota come l’Antro della Sibilla, svolgendo la sua attività di oracolo in uno stato di semi-trance, generando inquietudine e timore anche nell'animo dei più coraggiosi.

L'amore tra la Sibilla e il Dio Apollo

Si racconta che il Dio Apollo si fosse innamorato di lei, e che le avesse concesso il dono dell'immortalità, ma non quello dell'eterna giovinezza: fu così che la Sibilla Cumana visse per oltre 1000 anni, ma il suo corpo si rimpiccioliva e consumava sempre più, come quello di una cicala.

Venne rinchiusa in una gabbietta all'interno del tempio del Dio, fino a quando il suo corpo non scomparve e restò solo la sua voce.

Gli oracoli scritti nei libri sibillini

Un altro elemento legato alla leggenda riguarda gli oracoli della Sibilla Cumana. Gli oracoli erano raccolti in libri di profezie che la sacerdotessa offrì, in cambio di un compenso, all’ultimo dei sette re di Roma, Tarquinio il Superbo.

I famosi Libri Sibillini erano conservati nel Tempio Capitolino a Roma e consultati dal Senato durante le emergenze. Bruciarono insieme al Tempio nell'83 a.C.

Le cose più importanti da sapere sull'Antro della Sibilla Cumana

Uno dei tratti strutturalmente più affascinanti dell’Antro della Sibilla Cumana è senza dubbio la sua curiosa forma trapezoidale.

Nel corso del tempo gli studiosi hanno avanzato delle spiegazioni in merito, e la più accreditata vede in questo sito archeologico un esempio della maestria raggiunta dall'architettura antica.

La forma trapezoidale della parte superiore del tunnel sarebbe, infatti, un abile accorgimento antisismico preso in prestito dall'architettura greca, dato il forte rischio sismico presente nella zona dei Campi Flegrei.

Grazie a questo espediente un tesoro archeologico con un'atmosfera storica e mitologica unica è arrivato fino ai giorni nostri.

Suggerimenti e idee di viaggio dal blog

Hai bisogno di un passaggio?Scegli la soluzione più adatta a te.

Lascia la tua email e ricevi aggiornamenti sulle nuove proposte di viaggio.